La Barcellona di Gaudí

Architetto spagnolo, considerato il massimo esponente del modernismo catalano. Il 25 giugno 1852 nasceva Antoni Gaudì, l’artista che ha firmato Barcellona. 

Le Corbusier definì Gaudí: “plasmatore della pietra, del laterizio e del ferro”. I cittadini di Barcellona lo definiscono: “architetto di Dio”.

Nel 1878 dopo la laurea Gaudí incontrò Eusebi Güell, e proprio sotto l’ala protettiva di Güell, diede vita a svariate strutture destinate a divenire celebri come Parc Güell. A soli 31 anni Gaudí ricevette la commissione di procedere alla costruzione di una chiesa, la Sagrada Familia. L’opera è rimasta incompiuta (sarà terminata nel 2026), ciò nonostante è il monumento più visitato della Spagna.

La sera del 7 giugno del 1926 Gaudí viene travolto da un tram, nessuno fu in grado di riconoscerlo e venne scambiato per un vagabondo. Venne riconosciuto solo quando alcuni amici vennero a conoscenza della tragedia. La mattina del 10 giugno, dopo tre giorni di agonia, Gaudí morì.

Da Casa Vicens (1883 – 1888) alla Sagrada Familia (1883 – ancora in costruzione).
Dal Parc Güell (1900 – 1914) a Casa Batlló (1904 – 1907) e Casa Milà (1906 – 1912).

“Il mio cliente non ha alcuna fretta. Dio ha tutto il tempo del mondo.” (Antoni Gaudí, rispondendo a chi gli domandava quando sarebbero terminati i lavori della Sagrada Familia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...