Sardegna, non solo mare

Dici Sardegna e pensi al mare…?
Effettivamente si…La Sardegna è famosa in tutto il mondo per la sua bellezza, soprattutto per quella del mare e delle spiagge che ogni anno attraggono milioni di turisti. Il mare sardo è famoso per la sua trasparenza. Simbolo di “questa” Sardegna è la esclusiva Costa Smeralda, che però è assolutamente non rappresentativa della “vera” Sardegna, che è tutta un’altra cosa.

Nata e cresciuta in un piccolo paese della Costa Smeralda, eppure quest’isola non finisce mai di sorprendermi. Bastano 50 minuti di auto, per tornare indietro nel tempo ed entrare nella vera e propria SARDEGNA.
Questa meravigliosa isola vanta una ricca storia alle sue spalle, una cultura millenaria, una tradizione liquoristica di tutto rispetto, tutte le caratteristiche che fanno del Mediterraneo un patrimonio naturalistico unico al mondo, insomma una cultura tutta sua, unica, dall’età del bronzo che ha lasciato più di 7000 nuraghi in tutta l’isola, ai riti pagani che si celebrano ancora, e alla lingua sarda derivata dal latino e parlato soprattutto nei paesi di montagna.

Così, il fine settimana, prendo la mia macchina e parto per scoprire al meglio la mia terra!
Oggi mi dirigo per la Barbagia, zona montuosa della Sardegna centrale.

La prima tappa è Bitti, dove proprio oggi iniziano le Cortes Apertas, (Cortili aperti), ovvero una manifestazione che si svolge nei fine settimana fra settembre e dicembre in 27 comuni della Provincia di Nuoro. Ogni settimana, in un diverso comune, le case storiche del paese aprono cortili e cantine e tra questi si svolge un percorso enogastronomico e artistico. All’interno dei diversi cortili vengono rappresentati i mestieri tradizionali, quali la lavorazione della lana, la trebbiatura, la pulizia e la raccolta del grano, esposizioni di abiti e gioielli tradizionali, mentre nelle piazze del paese vengono allestiti spettacoli folkloristici di balli e canti popolari.

Dopo aver pranzato, visitato i vari stand e fatto quattro chiacchere con la gente del posto, parto alla volta di Oliena, anche qui si svolgono le Cortes Apertas, ma la settimana dopo. Perciò giro il Paese, tra i vari murales e da sfondo il Supramonte (complesso montuoso).

A 15 minuti si trovano le sorgenti più importanti di tutta la Sardegna, le sorgenti di Su Gologone, una splendida risorgiva carsica.
Niente da dire, lascio a voi i pensieri, con le bellissime foto!

Annunci

Un pensiero su “Sardegna, non solo mare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...