Muscat, tra oasi e deserto

Stiamo per imbatterci alla scoperta di Muscat, capitale dell’Oman.

Un porto di mare circondato solo ed esclusivamente da montagne. Un po’ strano come posto! Dove sono capitata?

All’uscita del porto ci sono tanti altri turisti, ma anche tanti omaniti che propongono tour, passaggi in taxi ecc. Decido di sistemare le mie cose per poi partire alla scoperta di questo posto.

Ho girato tanti posti, ma nessuno mi ha mai incuriosito come questo Paese così misterioso. 

Processed with VSCO with c1 preset

Fuori dagli hotel è richiesto un abbigliamento adeguato e rispettoso verso la loro religione, ovvero niente scollature importanti e le gambe coperte almeno fin sotto il ginocchio, niente di più. 

Finalmente più “tranquilla” mi incammino. Muscat non ha un vero e proprio centro storico e le cose da vedere sono sparse un po’ in tutta la città. 

Nel tragitto che effettuo per spostarmi incrocio tante persone, veniamo riconosciuti ovunque, forse per il modo di vestire, ma hanno sempre un occhio di riguardo verso noi occidentali. 

Attenzione A Muscat non esistono mezzi pubblici, l’unico mezzo è il taxi, ma non hanno un tassametro, una regola di questo Paese è contrattare.

Una tappa che non può mancare come in ogni Paese Arabo, è il mercato (souq).

Inizio con il mercato del pesce. Anche se non lo acquisto è una cosa insolita da vedere. Beh, si può dire tutto, ma non che il pesce non sia fresco. Arriva all’alba e viene lavato, tagliato e viene messo in mostra per essere venduto.

59841D68-1AD1-4324-BAFC-FD408674CC50.JPG

Cambio souq!

Da non perdere il quartiere di Muttrah dove si trova il Souq di Muttrah, qui incontro un signore indiano, il suo nome è Salam e si propone per fare un giro al mercato e spiegare un po’ le tradizioni di questo Paese. Ci inoltriamo in un mondo di profumi, incensi di tutti i tipi, abiti tipici e tutto ciò che fa parte della loro tradizione. 

I profumi in Oman sono molto importanti, prodotti proprio qui, sono tra i più preziosi e costosi al mondo. Vengono venduti in flaconi dal design antico e sono in grado di racchiudere la vera essenza dell’Arabia. Pare che il profumo rimanga addosso per qualche giorno. Se desiderate acquistare un profumo o dare solo un occhiata per curiosità potete andare alla profumiera Amouage.

Dopo foto e saluti con Salam, si passa alla visita della Grande Moschea del Sultano Qaboos. La Moschea si può visitare tutti i giorni eccetto il venerdì in orario di preghiera, dalle 8:30 alle 11:00.

1EDEE8B7-CB24-4309-8DD3-BBC112A59FDB.JPG

Per visitare la Moschea è richiesto un abbigliamento adeguato, le donne devono avere il capo coperto da un foulard e un abito che copra fin giù i piedi, gli uomini devono coprire gambe e piedi. Bisogna togliere le scarpe… il pavimento è veramente pulito e camminare scalzi è un sollievo.

All’interno si trova un lampadario di Swarowsky alto 14mt. Il pavimento della sala di preghiera è ricoperto da un tappeto persiano monopezzo di 4.200 m², pesa 21 tonnellate e composto da 1.700 milioni di nodi. La sua realizzazione ha richiesto ben quattro anni. Per la tessitura sono stati utilizzati 28 colori di sfumature diverse, ricavati da tinture vegetali o naturali.

16227884646_efb3e274e5_b.jpg

Altra tappa obbligatoria è in uno dei wadi presenti a Muscat. Imperdibile un bagno in uno dei canyon, Wadi ShabWadi Bani Khalid. Strapiombi, acque verdi/azzurre, palme e rocce. 

Mezza giornata nella piccola “città” esotica, e via alla scoperta del deserto omanita, Wahiba Sands, è possibile fare il percorso sulle dune con il 4×4 o fare un giro in cammello. 

263B8A3C-BFFD-460C-B0CF-0978A21C8162.JPG

Durante il tour noto delle tende abitate da famiglie di beduini, loro sono molto gentili. Gli uomini si occupano dei tour nel deserto, mentre le donne invitano datteri, caffè o tè.  Finito il tour, è impossibile perdere il meraviglioso tramonto tra le dune. 

Un’opportunità per solcare le acque dell’Oman è a bordo di un dhow. Queste tradizionali imbarcazioni in legno coprivano le rotte marittime tra Oman, Emirati Arabi, India, Iran e altri Paesi. Il personale del dhow vi servirà prodotti tipici locali.

Questo Paese andrebbe visto almeno una volta nella vita!

Finita la mia permanenza a Muscat, destinazione-> Khasab

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...